Go to Top

Sorpasso del Gs Passatore che raggiunge quota 106 abbonati al circuito

Ricordate le scene finali del film Don Camillo e l’onorevole Peppone? I due protagonisti della storia scritta da Giovannino Guareschi partono dalla stazione in sella a due biciclette e mentre si sorpassano a vicenda una voce fuori campo sottolinea: “Ecco ricomincia l’eterna gara nella quale ognuno dei due vuole disperatamente arrivare primo. Però se uno si attarda l’altro lo aspetta, per continuare assieme il lungo viaggio verso il traguardo della vita”.

Mancano ormai soltanto cinque giorni all’inizio della diciottesima edizione del circuito Coppa Piemonte che partirà domenica da Novi Ligure con la Granfondo Dolci Terre di Novi e l’eterna gara nella quale ognuno dei due vuole disperatamente arrivare primo è già iniziata.

Gli attori, in questo remake sportivo del celebre film, sono Marco Bersezio, responsabile della società cuneese GS Passatore che vanta 360 corridori tesserati provenienti da Cuneo e provincia (sessanta ciclisti tesserati nelle categorie giovanili) e Marco Giovanni Pipino presidente della società torinese Rodman Azimut Squadra Corse che conta 424 tesserati tra gli amatori in Italia provenienti da Lombardia, Liguria, Lazio, Valle D’Aosta e Piemonte e 25 tesserati in USA (ottanta ciclisti tesserati nelle categorie giovanili e agonistiche).

La gara, in attesa di affrontare i due percorsi della prima prova, vede i due dirigenti sfidarsi sul numero degli abbonati alla Coppa Piemonte. Entrambi hanno già stabilito un record, superando i cento abbonati in una sola edizione del circuito.

La prima società ad entrare nella storia della Coppa Piemonte è stata la Rodman Azimut Squadra Corse che per la prima volta nella storia del circuito ha sottoscritto un numero superiore a cento abbonamenti, 102, mentre la società di Passatore era ferma a 88 tagliandi.

Una staticità che preludeva al sorpasso, conoscendo la passione e la determinazione di Marco Bersezio e della presidente Marisa Sereno che ieri hanno sottoscritto altri diciotto abbonamenti portando a 106 il numero dei tagliandi.

Un primato che da solo non regala alcun successo, ma poter disporre del maggior numero di abbonati è importante per provare a raggiungere il successo finale nella classifica per team che tiene conto esclusivamente dei chilometri pedalati da ciascun tesserato del sodalizio.

L’eterna gara nella quale ognuno dei due vuole disperatamente arrivare primo continua, in attesa che la sfida si trasferisca sulle strade della Coppa Piemonte.

Coppa Piemonte è per noi più di un circuito – sottolineano Marisa Sereno presidente del Gs Passatore e Marco Bersezio, le due colonne portanti di questo sodalizio – stavo consultando l’elenco degli abbonati al circuito e il dato che maggiormente mi colpisce è il numero di coppie che quest’ anno ha voluto condividere questa esperienza, sono dodici. La nostra è una grande famiglia educata la rispetto dell’ avversario e della sana attività sportiva. Il nostro gruppo è attualmente costituito da 360 ciclisti, molti di loro hanno iniziato a pedalare dopo aver frequentato i corsi di spinning, tenuti da Marco che è il motivatore, colui che riesce con straordinaria facilità a far emergere la passione per il ciclismo anche in quelle persone che non lo hanno mai praticato, che si tengono nei locali della Polisportiva Passatore o hanno iniziato a partecipare alle prime granfondo unendosi al nostro gruppo. Il nostro obiettivo è promuovere l’attività amatoriale nel territorio della provincia di Cuneo, da diverse stagioni ormai abbiamo superato i quattrocento tesserati e questo ci rende orgogliosi del lavoro che facciamo nel nostro territorio. Dicevo prima Coppa Piemonte è per noi il circuito. Infatti, pur partecipando ad altri eventi, siamo abbonati soltanto al circuito coordinato da Renato Angioi che ringrazio per la sua sensibilità e disponibilità, oltre a tutti gli organizzatori delle diverse prove in programma”.

“Le parole di Marisa sono importanti – afferma Renato Angioi – perché evidenziano il valore del lavoro svolto negli anni e la fidelizzazione dei corridori a questo circuito, che anche quest’anno ha superato quota 900 abbonati e si conferma il più prestigioso e partecipato circuito granfondistico nazionale. Il mio ringraziamento va esteso a tutte le società e i singoli ciclisti che credono nel nostro operato e continuano a confermarci la fiducia nelle diverse stagioni”.

Per ricordare il raggiungimento dello storico traguardo dei cento abbonati alle società GS Passatore e Rodman Azimut Squadra Corse il comitato organizzatore del circuito consegnerà una targa ricordo ai rappresentanti dei due sodalizi.