Go to Top

Regolamento Crono – Squadre Morgex

Data di svolgimento: Domenica 4 Giugno 2017;
Costo di iscrizione: unito e contestuale all’abbonamento al Circuito 15 euro; per iscrizioni singole o disgiunte dall’abbonamento 20 euro;
Iscrizioni: contestualmente all’abbonamento oppure il Sabato dalle ore 15 alle 19 e il mattino della gara a partire dalle ore 7,30 presso ……….
Partenza primo concorrente: ore 10,00; successivi a intervalli di 30”. Le partenze avverranno in ordine cronologico alla data di Abbonamento al Circuito o di iscrizione alla cronoscalata; pertanto i primi a partire saranno i primi abbonati alla Coppa Piemonte 2017 e poi a seguire tutti gli altri. Gli iscritti dell’ultima ora saranno ovviamente gli ultimi a partire, salvo che non vi siano buchi da coprire per defezioni dell’ultima ora.
Percorso: Morgex – Colle San Carlo di km 10,436
Partenza: Ponte Dora Baltea a Morgex alt. mt 922,3
Arrivo: sarà posto in cima al Colle San Carloalt. mt 1.950,5
Dislivello complessivo: mt 1028,2
Pendenza media 9,8% ;
Pendenza massima 13%

Grafico Salita:

grafica

Regolamento:
Pur essendo una crono squadre possono partecipare alla cronoscalata tutti gli Abbonati alla Coppa Piemonte 2017 ed anche i singoli iscritti alla gara. Le partenze infatti avverranno singolarmente ogni 30 secondi secondo l’ordine di partenza che sarà pubblicato sul sito: www.circuitocoppapiemonte.it ed affisso nei locali ove avverrà la distribuzione dei pettorali.
Classifica a squadre maschile si prenderanno i 10 migliori tempi di ciascun team; per la classifica dei Team con meno di 10 componenti (minimo 6 concorrenti per poter essere inseriti nella classifica della gara), si sommeranno i tempi fatti registrare dai componenti della squadra e ad essi andrà sommato il tempo impiegato dall’ultimo concorrente maschio (anche non della propria squadra) giunto al traguardo, tante volte (max 4) quanto sono i tempi mancanti al raggiungimento del 10° tempo utile. Inoltre dall’11 arrivato in poi, dal tempo totale della squadra, saranno detratti 10 secondi per ciascun classificato ,tesserato per quello stesso Team
Classifica a squadre femminile: si otterrà dalla sommatoria dei 6 migliori tempi delle appartenenti a ciascun Team che potrà schierare alla partenza un numero illimitato di atlete, ma con un minimo di 4; in questo caso al loro tempo andrà sommato il tempo impiegato dall’ultima concorrente donna giunta al traguardo; inoltre, dalla 6^ arrivata in poi, dal tempo totale della squadra,
I tempi fatti registrare dalle donne potranno essere validi o per la classifica maschile (con esclusione da quella femminile) oppure a quella femminile (con esclusione da quella maschile). I responsabili dei team, prima della partenza dovranno comunicare per iscritto a quale classifica (maschile o femminile) devono essere associati i tempi delle loro atlete
Premi azione Società maschili (o miste): saranno premiate le prime 10 Società (che abbiano un minimo di 6 atleti classificati), con materiale Tecnico o con Buoni acquisto del valore di: 300 euro alla prima, 250 euro alla seconda e a seguire: 200 alla terza, 150 alla quarta e 100 dalla quinta alla decima.
Premiazione Società femminili : saranno premiate le prime 3 Società (che abbiano un minimo di 4 atlete classificate), con materiale tecnico o con buoni acquisto.
Premiazioni individuali: saranno premiati i primi 3 classificati di ciascuna delle categorie previste dalla Coppa Piemonte 2017, con lo stesso criterio previsto per le premiazioni del Circuito.
Pacco gara: Gadget (fascia scaldacollo); semole di Aziende del settore; prodotti Multipower: borraccia, barretta, isotonic Protein (Sali), Liquid Gel + Bomboletta WD 40 x pulizia bici.
Cronometraggio a cura della SDAM
Classifiche Coppa Piemonte
Per determinare i punti da assegnare a ciascuna Società ai fini della classifica del Circuito si seguirà questo criterio: al primo classificato (indifferentemente se uomo o donna) tanti punti quanti sono i concorrenti classificati nella cronometro, al secondo un punto in meno, al terzo 3 in meno e così via fino all’ultimo arrivato a cui sarà assegnato 1 punto. Saranno infine sommati tutti i punti conseguiti da ciascun atleta appartenente alla stessa squadra .

La salita nel dettaglio:
L’imbocco della salita al Colle San Carlo si trova nel centro di Morgex: dall’uscita dell’autostrada si percorrono poche centinaia di metri e si svolta a sinistra prima di entrare in paese, seguendo le indicazioni ARPY, piuttosto generiche. Giunti nel centro di Morgex, al ponte sulla Dora (cartelli indicatori per la S.R. n°39 del Colle San Carlo), inizia la salita: attenti, nessuna possibilità di appello, nessun tratto di riposo, si soffrirà dall’inizio alla fine. Si tratta di affrontare dieci durissimi chilometri, che ci faranno coprire circa 1.000 metri di dislivello. Importantissimo è non affaticare troppo le gambe visto quello che ci sarà in seguito. Poche centinaia di metri e ci lasciamo alle spalle le ultime case di Morgex, entrando nel bosco: le pendenze sono subito sostenute (attorno al 12% nei pressi del km 1), ed è fondamentale trovare un buon ritmo dosando le proprie energie. La strada è ampia e risale con numerosi tornanti le boscose pendici della Testa d’Arpy: l’ombra non manca ed i panorami sul fondovalle e sul gruppo del Monte Bianco sono stupendi. Il tratto più ostico della salita è quello compreso tra il km 2,5 ed il km 4, dove un rettilineo con pendenze vicine al 16% ci costringe al rapporto più agile. Una bella e scrosciante cascata al km. 5 prelude ad un nuovo tratto dove le pendenze diventano più regolari e si assestano attorno al 10%. Ben presto compariranno le indicazioni per il Lago di Arpy, ciò vorrà dire che siamo quasi arrivati. Ecco infatti che la strada spiana, e un bel cartello ci indica il tanto sudato colle. Preferibile evitare di venire qui nei giorni festivi, perché il traffico sarebbe eccessivo visto i turisti, che vanno a passeggiare al lago. – Nei pressi del bellissimo alpeggio di Arpy (km 7,6 – mt. 1690) la vegetazione comincia a diradarsi lasciando il posto a verdissimi pascoli: si soffre e si suda sotto il sole, ma i panorami verso la testata della valle ci fanno quasi dimenticare le difficoltà della salita. Dopo aver oltrepassato un’area attrezzata a picnic si affrontano gli ultimi tornanti e si raggiunge il Colle (km 10,5 – mt. 1952), incassato entro un fitto bosco di conifere. Sul versante opposto la vista spazia grandiosa sulla valle di La Thuile ed il Ghiacciaio del Ruitor.