Go to Top

Coppa Piemonte 2018: ben 196 ciclisti hanno sottoscritto per la prima volta l’abbonamento al circuito

Coppa Piemonte: si sceglie, si pedala. E’ il più importante circuito granfondistico nazionale con i suoi 730 abbonamenti sottoscritti al 31 dicembre. E anche in questi primi giorni del nuovo anno stanno arrivando nuove adesioni. Un successo che nasce dall’opera di organizzatori e appassionati comuni, dotati di una straordinaria determinazione, che hanno creduto nelle loro idee e progetti.

In Coppa Piemonte la bellezza non è più soggettiva, ma estranea a qualsiasi possibilità di interpretazione. 196 ciclisti hanno deciso di ammirare da una posizione privilegiata, la grande bellezza delle trame e i colori delle sei località che legate dal filo rosso della passione danno vita ad un viaggio, tra alcuni dei borghi più belli d’Italia, che metterà a dura prova la conoscenza del Belpaese.

“Alla data del 31 dicembre abbiamo registrato un incremento del 8 % degli abbonamenti sottoscritti rispetto allo stesso periodo dello scorso anno – sottolinea Renato Angioi coordinatore del circuito – questo vuol dire che siamo tornati ad essere il primo circuito in Italia anche sul piano numerico e non solo per l’età anagrafica e il prestigio accumulato nelle diverse edizioni. L’umorista americano Evan Esar era noto per alcune sue citazioni, tra cui quella riferita alla statistica che considerava l’unica scienza che consente a diversi esperti, che utilizzano le stesse figure, di trarre conclusioni diverse. Una errata applicazione che spesso si verifica anche nel mondo del ciclismo, dove tutto in poco tempo diventa straordinario, a volte senza avere un fondamento, una identità, una storia. Come ho già avuto modo di affermare in occasione della cerimonia di presentazione – premiazione del circuito, il nostro obiettivo per la stagione 2018 è raggiungere quota 900 abbonati. In realtà 933, per superare almeno di una unità il numero più alto raggiunto nella stagione 2012. In tre anni abbiamo superato il momento di flessione, recuperato 250 abbonati ovvero il 40%. Questo vuol dire che la strada della #condivisione e del #coinvolgimento delle diverse strutture organizzative e delle società è quella giusta. La Coppa Piemonte è il circuito che rispetta la passione, che premia il confronto con sé stessi e gli altri, la determinazione e la voglia di volare e sognare”.